Fase 2: Conte si scusa, Salvini vede 'segnali' e cessa l'occupazione

. Politica

La Lega ha sospeso l'occupazione delle aule parlamentari che si è protratta per 48 ore a partire dall'annuncio di Conte sull'inizio della Fase 2 che Salvini ha contestato per le ridotte riaperture e per la sua scarsa chiarezza. Il leader del Carroccio ha detto di aver visto "timidi segnali" da parte del governo e quindi ha invitato i suoi a recedere dall'occupazione. I 'segnali' sarebbero innanzi tutto le scuse del premier per i ritardi nei pagamenti, sia per la cassa integrazione (ritardi dell'Inps) sia per i prestiti alle imprese da parte delle banche ("Farò pressing perchè si accorcino i tempi" si è impegnato Conte) e poi le aperture sugli asili nido e il cambio al vertice del Dap, l'amministrazione penitenziaria, per la bufera sulle scarcerazioni de mafiosi (va via Basentini, gli subentra probabilmente Di Matteo). Matteo Salvini ha aggiunto che lasciare le Aule l'1 maggio è anche un atto di rispetto per i lavoratori parlamentari. Ma l'occupazione riprenderà "se non arrivano fatti concreti".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi