Emergenza virus, l'Europa comincia a muoversi. Subito 25 miliardi

. Esteri

L'Europa, a dispetto delle urla dei soliti noti, scende in campo con le prime misure - di coordinamento sanitario ed economiche - per fronteggiare l'emergenza coronavirus. A fare il punto, al termine di un summit in videoconferenza dei 27 capi di Stato e di governo della Ue, è la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. Agire "È tempo di agire. Useremo tutti i mezzi per assicurarci che l'economia europea superi questa tempesta", così come massimo sarà l'impegno sul fronte sanitario. La Commissione europea coordinerà, in una conferenza telefonica giornaliera con i ministri della sanità e i ministri degli affari interni, le misure necessarie. "Lunedì - ha annunciato von der Leyen - arriverò con idee all'Eurogruppo", dei ministri delle finanze dei 19 Stati della cosiddetta Eurozona. Quindi, "chiariremo molto rapidamente, su entrambi questi fronti economico e sanitario, le regole del gioco per gli Stati membri". Il Covid-19, che oggi ha pesantemente colpito l'Italia, potrebbe nelle prossime settimane interessare significativamente altri paesi europei. La Commissione riunirà un team di epidemiologi e virologi  per fornire linee guida a livello europeo e farà "il punto sui dispositivi di protezione e sui dispositivi respiratori disponibili, nonché sulla loro capacità di produzione e distribuzione". Vaccini Si punta a evitare scontri e incomprensioni tra paesi e a superare le polemiche già innescate dalle forze sovraniste più irresponsabili. "Per quanto riguarda la ricerca - sottolinea la presidente - rafforzeremo l'iniziativa europea per finanziare la ricerca mirata sul Coronavirus. Abbiamo mobilitato 140 milioni di euro di finanziamenti pubblici e privati per promettenti ricerche su vaccini, diagnosi e trattamento". Aiuti finanziari anche per l'economia, il piano di intervento immediato - Corona Response Investment Initiative - sarà "considerevole e raggiungerà rapidamente 25 miliardi di euro. Per realizzarlo - afferma von der Leyen -  proporrò al Consiglio e al Parlamento di liberare 7,5 miliardi di euro di liquidità per gli investimenti. Istituirò una task force per collaborare con gli Stati membri, per garantire che il denaro inizi a scorrere nelle prossime settimane". Flessibilità Decisivo coordinamento tra gli Stati membri, la Commissione e la BCE. Più in generale per la prima volta a Bruxelles ci sembra essere una larga disponibilità a "fare pieno uso della flessibilità esistente nel patto di stabilità e crescita", consentendo l'avvicinamento se non lo sfondamento della soglia di deficit al 3%, così come a fare in modo "che gli aiuti di Stato possano fluire verso le aziende che ne hanno bisogno". Un via libera alle misure d'urgenza annunciate dal governo Conte in Italia appare quindi scontato. Tempesta Il premier in un tweet parla di "ampio sostegno dai leader Ue per le misure adottate dall'Italia" e aggiunge: "Dobbiamo procedere con il massimo coordinamento. L'Europa adotti tutti gli strumenti necessari per proteggere la salute dei suoi cittadini e ridare respiro all'economia". Von der Leyen insiste: "Useremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per assicurarci che l'economia europea resista a questa tempesta".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna