Trump sotto impeachment. Quale peso sulle presidenziali 2020?

. Esteri

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha dato il via libera, con 230 sì e 197 no, all'impeachment per il presidente, Donald Trump. È la terza volta nella storia del paese e il processo si svolgerà in Senato a gennaio. Abuso Per il presidente, sotto accusa per abuso di potere e per ostruzione al Congresso, si tratta di "un assalto contro l'America e i repubblicani" da parte dei "democratici consumati dall'odio", mentre per i dem "Trump ha violato la Costituzione e abusato dei suoi poteri per ottenere benefici politici personali". All'origine di tutto le pressioni sul presidente dell'Ucraina, Volodimir Zelenskij, per aprire un'inchiesta sul figlio del candidato democratico alle presidenziali 2020, Joe Biden, usando come arma di pressione il blocco di 391 milioni di dollari in aiuti militari, già varati dal Parlamento e indirizzati a un paese in conflitto con la Russia. Maggioranza Il risultato era ampiamente previsto, poiché la Camera dispone di una maggioranza democratica: Il discorso cambierà al Senato che è sotto il controllo dei repubblicani. Il quorum necessario per una condanna è dei due terzi dei 100 componenti del Senato. Finora sono stati messi sotto accusa soltanto tre presidenti: Andrew Johnson, Bill Clinton e ora Donald Trump. Né Johnson né Clinton furono rimossi dalla carica dal Senato. Richard Nixon si dimise per evitare il voto di impeachment per lo scandalo Watergate. Quello ottenuto dalla presidente della Camera, Nancy Pelosi, è un obiettivo successo istituzionale per i democratici e la presidenza di Trump resterà macchiata per sempre come quella di un presidente che chiede aiuto a una potenza straniera per una questione di politica interna e tutto ciò a pochi giorni dalla fine dell'indagine Mueller per presunta cospirazione con un altra potenza straniera, la Russia. Scelta I democratici non avevano scelta, se non avessero agito sarebbe stato messo in discussione il ruolo stesso del Congresso Usa. Diverso il fronte delle conseguenze politiche: i dem non sono stati in grado di convincere nessuno tra i repubblicani, che hanno scelto di chiudere gli occhi sul comportamento di Trump e non faranno passare l'impeachment al Senato. Tutto ciò è destinato a polarizzare ancor più la politica e l'opinione pubblica americane. L'atmosfera della campagna elettorale per le presidenziali 2020 diventerà se possibile ancora più tossica e i toni più aspri. Incognita L'incognita è quindi se il candidato dei democratici potrà trarre vantaggio dalla condanna morale ottenuta nei confronti dello stile di governo di Trump, che disprezza le regole e l'etica; oppure se il presidente potrà usare la prevedibile assoluzione come carta vincente per mobilitare la sua base elettorale e per denigrare i suoi avversari.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna