Trump annuncia: "il Califfo è morto, si è fatto esplodere"

. Esteri

Il Califfo è morto. Si è fatto esplodere per sfuggire alla cattura delle forze speciali americane che hanno effettuato un blitz in un villaggio nel nord-ovest della Siria. Con Abu Bakr al Baghdadi, autoproclamatosi 'Califfo' del sedicente stato islamico (Isis), sono morti anche due sue mogli e tre dei suoi figli, coinvolti nell'esplosione. L'annuncio del presidente Usa Donald Trump prima con un tweet e poi con una conferenza stampa alla Casa Bianca nel corso della quale ha spiegato nei dettagli il blitz di un team delle forze speciali americane condotto in una zona nei pressi di Idlib. "Ora il mondo è più sicuro" ha detto Trump. "E' stato come guardare un film" ha poi aggiunto precisando di aver assistito "in diretta" all'operazione . Abu Bakr al Baghdadi, super-ricercato in cima alla lista del terrorismo mondiale e dato per morto diverse volte, "è fuggito - ha raccontato Trump - piangendo e urlando all'interno di un cunicolo cieco dove si era rifugiato. Lì si è fatto esplodere azionando l'innesco di un giubbotto esplosivo che indossava". "Un brutale assassino, è morto come un cane, come un codardo, non farà più male a nessuno" ha detto ancora. La conferma che l'uomo ucciso fosse proprio il Califfo è venuta dal Dna, un esame che le forze speciali americane hanno effettuato sul posto. Nessuna vittima tra i militari americani impegnati nel blitz che sarebbe stato portato a termine dopo uno scambio di informazioni tra gli Usa e tutte le forze impegnate in quella parte di territorio siriano: dalla Turchia, alla Siria, alla Russia, ai Curdi. E tutti hanno manifestato compiacimento per l'esito del blitz. Anche Al Qaeda ha festeggiato, secondo quanto riferisce Rita Katz sul sito 'Site' che monitora i jihadisti sul web. Con il Califfo, sempre secondo Trump, sarebbero stati uccisi anche altri esponenti dell'Isis.


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna