La salma di Franco via dal mausoleo, giornata storica per la Spagna

. Esteri

La Spagna ha definitivamente chiuso la pagina della sanguinaria dittatura di Francisco Franco. Le spoglie dell'ex "Caudillo", alleato di Hitler e Mussolini e poi alla guida di un regime militare che dal 1939 alla sua morte nel 1975 isolò la Spagna dall'Europa, sono state trasferite dal mausoleo nella Valle dei Caduti, a una più discreta cripta in un cimitero alle porte di Madrid, dove riposerà accanto alla moglie. Sanchez Ci sono voluti 44 anni e la fermezza del premier socialista, Pedro Sanchez, perché terminasse lo scandalo di un a sepoltura d'onore diventata punto focale di riferimento per i nostalgici dell'estrema destra. Dopo 16 mesi di battaglia politica e giudiziaria, che hanno visto soccombenti i parenti del dittatore, la ministra della Giustizia, Dolores Delgado, ha potuto certificare le operazioni di esumazione. Ampio il dispiegamento del dispositivo di sicurezza, per una cerimonia svoltasi a porte chiuse. Anacronismo "La Spagna moderna - ha detto Sanchez - è il prodotto del perdono, non può essere il prodotto dell'oblio. Il tributo pubblico a un dittatore era molto più che un anacronismo, era un affronto alla nostra democrazia. La fine di tutto ciò era un obbligo per le generazioni che non sono cresciute con il trauma della guerra civile e della dittatura". A differenza di Germania e Italia, la transizione della Spagna verso la democrazia iniziò ufficialmente soltanto nel 1975 e sebbene sia oggi ormai consolidata, di fatto molti in Spagna e fuori ritengono che il paese non abbia mai affrontato completamente il suo passato fascista. Prigionieri La Valle dei Caduti ospita oltre 30 mila morti da entrambe le parti della guerra civile del 1936-39, quando le forze nazionaliste di Franco sconfissero il legittimo governo repubblicano. Il sacrario fu in gran parte costruito da prigionieri politici, che il regime di Franco aveva messo ai lavori forzati. In un noto volume lo storico inglese Paul Preston, considerato il principale esperto europeo sulla storia della Spagna moderna, ha parlato del periodo della guerra civile come dell'"Olocausto spagnolo". Guernica Franco fu responsabile del primo attacco aereo deliberato contro civili a Guernica, con l'aiuto della Luftwaffe nazista, e della brutale e sanguinosa carneficina di centinaia di migliaia di oppositori durante e dopo il conflitto. Secondo molti spagnoli è vergognoso che ci sia voluto tanto tempo per rimuovere la salma dal gigantesco mausoleo che incombe sulle colline fuori Madrid, ma un recente sondaggio del quotidiano El Mundo mostra che a un 43% di favorevoli allo spostamento della salma di Franco si oppone il 32.5% di contrari e il 24,5% di quanti non prendono posizione.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna