Stupro di gruppo, in manette due di Casapound. Anche sulla castrazione chimica è lite Salvini-M5s

. Cronaca

Due esponenti di Casapound, un consigliere comunale eletto a Vallerano (Viterbo), Francesco Chiricozzi, e un militante del movimento di estrema destra sono stati arrestati con l'accusa di stupro di gruppo ai danni di una donna di 36 anni. La violenza, che i due avrebbero filmato con i telefonini, sarebbe avvenuta il 12 aprile all'interno di un locale privato a Viterbo. La notizia del duplice arresto - avvento dopo la denuncia della donna che sarebbe stata picchiata fin quasi a svenire e violentata a turno dai due uomini - ha innescato subito reazioni dal mondo della politica, a partire da Matteo Salvini che ha riproposto la castrazione chimica per i violentatori, cui ha però fatto subito seguito l'alt da parte dei Cinquestelle:"Non è nel contratto di governo" (anche sulle violenze sessuali di gruppo è lite tra Carroccio e grillini...). "Nessuna tolleranza per pedofili e stupratori" aveva commentato Salvini sostenendo che "la galera non basta, ci vuole anche una cura. Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l'immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti. Chiunque essi siano, bianchi o neri, giovani o anziani, vanno puniti e curati". E mentre Casapound annunciava l'espulsione in via cautelativa dei due arrestati e le prossime dimissioni di Chiricozzi da consigliere comunale di Vallerano, arrivava la reazione di Di Maio e la replica dei Cinquestelle al vice-premier leghista. "Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara. Se quanto riporta la stampa in queste ore corrisponde al vero mi auguro si facciano 30 anni di galera..." le parole del capo politico M5s. Il Movimento da parte sua ha bocciato la proposta salviniana di castrazione chimica, peraltro fatta propria anche da Casapound. "Basta con questa storia: è una presa in giro per le donne, lo abbiamo già spiegato, e tra l'altro non è nel contratto di governo. Ma ciò che più incuriosisce nelle parole della Lega - è detto in una nota M5s - è che anche CasaPound chiedeva e chiede la castrazione chimica e poi guarda il caso, ad aver commesso lo stupro e ad essere arrestato è stato un loro consigliere...". (foto: manifesto fascista postato sul suo profilo Instagram dal consigliere arrestato)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi