Coronavirus: Seattle, iniettato vaccino sperimentale. Prima volta su uomo

. Cronaca

Parte da Seattle la sperimentazione umana di un vaccino anti-Coronavirus. La prima dose - informa l'agenzia di stampa statunitense Associated Press - è stata iniettata a un volontario presso la struttura di ricerca Kaiser Permanente. Il progetto coinvolgerà un gruppo di 45 volontari sani. Ciascuno riceverà due iniezioni sul braccio a distanza di 28 giorni. Il vaccino testato non può causare il Covid-19, ma contiene un codice genetico innocuo copiato dal virus che causa la malattia. Copiato I vaccini tradizionali, come quello contro il morbillo, sono prodotti con virus indebolito o inattivo, mentre l'anti-Covid-19 comprende un breve segmento di codice genetico copiato dal virus, con il quale gli scienziati puntano a innescare la risposta del sistema immunitario. Kaiser Permanente è uno dei più grandi piani sanitari no profit in 8 Stati degli Usa, con oltre 12 milioni di membri. Gestisce 39 ospedali e oltre 700 studi medici, con quasi 300.000 dipendenti, tra cui oltre 80.000 medici e infermieri. In ogni caso ci vorranno ancora molti mesi per sapere se questo vaccino funziona. Moderna Questa pionieristica sperimentazione umana è finanziata dal National Institutes of Health (NIH), l'agenzia del governo degli Stati Uniti responsabile della ricerca biomedica e della salute pubblica. La società di biotecnologia Moderna, di Cambridge nel Massachusetts, sostiene che il vaccino è stato prodotto utilizzando un processo collaudato. Moderna lavora sul RNA messaggero (mRNA), come l'azienda tedesca di cui il presidente Trump ha cercato di acquisire in esclusiva l'eventuale brevetto di un vaccino per il Covid-19. Decine Obiettivo dei test verificare che il nuovo vaccino non produca effetti collaterali preoccupanti, ponendo le basi per una sperimentazione più ampia. Decine di gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno cercando di creare il vaccino e alcuni ricercatori puntano a vaccini temporanei, per proteggere la salute delle persone per un mese o due, mentre si sviluppa la ricerca per una protezione più duratura. Inovio Pharmaceuticals ad esempio mira a iniziare i test di sicurezza del suo vaccino il mese prossimo su volontari presso l'Università della Pennsylvania e in un centro a Kansas City nel Missouri, seguiti da simili sperimentazioni in Cina e Corea del Sud. Farmaci "Anche se i test di sicurezza iniziali vanno bene, di parla di tempi che vanno da un anno a un anno e mezzo" prima che un qualsiasi vaccino possa essere pronto per l'uso su larga scala, sostiene il dottor Anthony Fauci, infettivologo del NIH. In attesa del vaccino, in Cina e in Italia i medici hanno testato una combinazione di farmaci antivirali come quelli per combattere l'HIV, contro l'artrite reumatoide o come un medicinale in origine studiato per combattere l'Ebola.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna