368 morti in un giorno, 252 solo in Lombardia

. Cronaca

In Italia si sono registrati 368 morti in un giorno, il doppio di ieri (175). La Lombardia - 252 le vittime in 24 ore, cifra mai raggiunta in regione in una sola giornata - continua a vivere la situazione più drammatica. E non si vedono nè il picco della pandemia nè l'alba, cioè il vaccino. Il coronavirus sta infliggendo al paese un colpo durissimo e non solo per la perdita di vite umane che presenta ogni giorno, da tre settimane, un bilancio in costante aumento: il totale è di 1.809 vittime. Sono 2.335 le persone guarite dopo aver contratto il virus, 369 in più di ieri.  I malati sono complessivamente 20.603, con un +2853 rispetto a sabato, mentre il numero complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, ha raggiunto quota 27.747. E in Lombardia è la provincia di Bergamo quella più delle altre al centro dell'offensiva del virus: "Intubiamo in terapia intensiva anche più di 7 persone al giorno e lavoriamo senza sosta, con in media un turno di riposo ogni 14 giorni" ha raccontato all'Ansa Ivano Riva, anestesista e rianimatore dell'Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo.  "Se il trend dell'epidemia da SarsCov2 continuerà con questo ritmo, Bergamo reggerà ancora per pochissimo" ha ammesso. Quanto a Guido Bertolaso che è diventato assistente personale del governatore della Lombardia Fontana nella battaglia contro il coronavirus, ha parlato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli. "Sono felice che Guido Bertolaso possa dare una mano alla regione Lombardia e che possa essere di questa partita" ha detto Borrelli rispondendo alla domanda su quale sarà il suo rapporto con l'ex capo della protezione civile. "Sono una persona che è stata cresciuta da Bertolaso e credo di aver imparato molto da lui - ha aggiunto - il mio rapporto con lui è ottimo e sarò felice di lavorare insieme a lui".


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna