Il coronavirus è una pandemia. In Italia 827 morti. Dal governo 25 miliardi. Conte riflette sul "tutto chiuso"

. Cronaca

Dopo aver tentennato per un mese, non discostandosi dall'etichettarlo e quindi trattarlo come un'epidemia, l'Organizzazione mondiale della Sanità non ha potuto fare a meno di innalzare il livello di pericolosità del coronavirus riconoscendo che a questo virus venuto dalla Cina diffuso in più di cento paesi va riconosciuto ormai il carattere di una "pandemia". Una dichiarazione alla luce del dato mondiale sul Covid-19 che ad oggi registra 125.000 casi di malattia e 4.500 morti, con l'Italia purtroppo al secondo posto dopo la Cina (80.000 casi) sia per i contagi sia per i decessi (rispettivamente 12.462 e 827, ultimissimo aggiornamento della Protezione civile): seguono Iran e Corea del Sud. "Il Covid-19 può essere caratterizzato come una situazione pandemica" ha detto a Ginevra il direttore generale dell'Oms, Ghebreyesus. che non ha mancato nel suo briefing di fare i complimenti all'Italia per le misure "aggressive" prese contro il virus. "Speriamo abbiano effetto nei prossimi giorni" ha aggiunto. Intanto a Roma il governo presieduto da Giuseppe Conte ha stanziato 25 miliardi di euro per tentare di rimediare ai danni economici provocati dal coronavirus. "Una somma straordinaria" ha detto il premier che verrà utilizzata per metà subito e per l'altra metà secondo gli sviluppi della situazione di emergenza. Uno stanziamento che si va ad aggiungere a quello dell'Unione europea: altri 25 miliardi contro gli effetti del virus ma da distribuire in tutti i paesi più colpiti. Quanto alle richieste del centrodestra e in particolare di Salvini, Belusconi e Meloni perchè  il governo decida misure ancora più restrittive rispetto a quelle di domenica - e quindi decreti il "tutto chiuso" almeno per 15 giorni - il premier è rimasto nel vago non anticipando nessuna eventuale e ulteriore stretta. Vuole riflettere. Terrà conto dei consigli e dei suggerimenti che gli sono stati offerti sia dai leader dell'opposizione sia dai governatori della Lombardia e del Piemonte ma, ha spiegato, è convinto che serva "attenzione", perché "la priorità è la tutela della salute - ha aggiunto - ma ci sono libertà e diritti di cui si deve tener conto, evitando istanze emotive'.
.

"Abbiamo stanziato una somma straordinaria 25 miliardi da non utilizzare subito ma sicuramente da poter utilizzare per far fronte a tutte le difficoltà di quest'emergenza", ha annunciato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa al termine del Cdm. "Sono lieti del clima che si sta definendo a livello europeo", ha aggiunto. Il premier, riguardo alla ulteriore stretta che la Lombardia ha fatto sapere di voler chiedere al governo, Conte ha evidenziato: "Siamo in attesa delle richieste. Non c'è nessuna chiusura verso misure più restrittive"

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna