Caso Bibbiano, Cassazione non sussistevano condizioni per arresto sindaco Pd

. Cronaca

Sembra esplodere come una bolla di sapone una delle storie fake estive di questa povera Italia preda del delirio social dell'estremismo populista, nuovi manganello e olio di ricino contro una democrazia ormai chiaramente a rischio. La Cassazione ha sentenziato che non sussistevano le condizioni per l'arresto nei confronti di Andrea Carletti, sindaco Pd di Bibbiano e vera vittima mediatico-politica del presunto scandalo su un sistema di affidi illeciti di minori scoppiato in Val d'Enza, in provincia di Reggio Emilia. Per altro l'amministratore entrava nella vicenda in modo alquanto bizzarro e marginale. Papeete Un estate di sproloqui dal Papeete e dai blog più o meno stellati non pare trovare riscontro nell'esame della Corte Suprema. Il primo cittadino in seguito all'indagine "Angeli e Demoni" venne sospeso dal suo ruolo per decisione del prefetto e si autosospese dal Pd. L'accusa era di abuso di ufficio e falso per l'affidamento di alcuni locali del comune per la cura di minori. Ora affronterà a piede libero il processo. La fine delle indagini preliminari per ventinove inquisiti è prevista per la metà di dicembre. L'allontanamento dei minori dalle famiglie di origine sarebbe stato determinato dall'azione di alcuni assistenti sociali e psicologi attraverso l'utilizzazione di elementi non veritieri. Partito A causa del coinvolgimento di Carletti nell'inchiesta, l'intero Pd anche a livello nazionale venne sbattuto in prima pagina dalla stampa di destra-giustizialista e sui social dell'estremismo populista, con il tormentone del "partito di Bibbiano", in poche parole veniva assimilato a organizzazione di manipolatori di minori se non addirittura di pedofili. Una vergogna senza precedenti nella storia del conflitto politico in Italia, una canea allucinata orchestrata alla ricerca di un misero vantaggio politico, in realtà mai raggiunto a causa della pochezza dei lanciatori di prime pietre. Guano Ma ormai quello che importa è soltanto mettere guano nel ventilatore... "La Cassazione ha stabilito che non ci sono mai state le condizioni per l’arresto del sindaco di Bibbiano – ha esultato il deputato emiliano del Pd, Andrea Rossi –. Annullata di conseguenza ogni misura cautelare nei confronti di Andrea Carletti". L'ex deputato dem di Reggio Emilia, Pier Luigi Castagnetti, storico collaboratore di Benigno Zaccagnini e di Mino Martinazzoli, commenta: "La Cassazione ha stabilito che non vi sono mai state le condizioni per l’arresto del Sindaco di Bibbiano. Non aggiungo commenti". Gli fa eco un altro deputato Pd, Emanuele Fiano: "La giustizia prima o poi arriva...".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna