Clima, conferenza spostata a Madrid e Greta cerca un passaggio...

. Cronaca

Greta Thunberg, la 16enne attivista per il clima, si trova dalla parte sbagliata dell'Atlantico e chiede un passaggio... La ragazza svedese, ormai vera star mondiale, aveva programmato un anno sabbatico nel Continente americano per partecipare agli appuntamenti sui cambiamenti climatici promossi dall'Onu, prima a New York e poi a inizio dicembre a Santiago del Cile. Tuttavia, la vera e propria rivolta popolare contro le diseguaglianze sociali e contro il presidente cileno, Sebastián Piñera, ha portato l'annullamento dell'appuntamento. La Spagna si è offerta di ospitare la conferenza conosciuta come Cop25 a Madrid. Il cambio di programma ha messo in difficoltà Greta, che dopo la traversata dell'Atlantico in barca a vela questa estate per raggiungere gli Stati Uniti, aveva già organizzato il viaggio senza emissioni verso il Cono sud dell'America meridionale. Appello Di fronte all'imprevisto ha deciso di rivolgere un appello via Twitter: "Poiché Cop25 è stato ufficialmente spostato a Madrid, avrò bisogno di aiuto. Ora si scopre che ho viaggiato per mezzo mondo nel verso sbagliato... e ho bisogno di trovare un modo per attraversare l'Atlantico a novembre. Se qualcuno potesse aiutarmi, sarei davvero grata". La semplicità e la schiettezza della giovane attivista hanno suscitato immediata simpatia e il governo spagnolo, attraverso il ministro dell'Ambiente, Teresa Ribera, ha annunciato la volontà di aiutarla: "Cara Greta, sarebbe bello averti qui a Madrid. Hai fatto un lungo viaggio e aiuti tutti noi a suscitare la giusta preoccupazione, ad aprire le menti e a migliorare l'azione" per combattere i cambiamenti climatici e allora: "Ci piacerebbe aiutarti ad attraversare l'Atlantico". Mongolfiera Ma come accade sui social non tutti hanno mostrato solidarietà e tra i commenti si affollano, nel migliore dei casi, le prese in giro con il consiglio di effettuare la traversata con una zattera, in pedalò, ma pure a nuoto, a cavallo di un delfino o in mongolfiera... In America Greta ha partecipato a una fitta serie di manifestazioni ambientaliste e il 23 settembre ha parlato al Palazzo di Vetro all'apertura del Climate Action Summit, a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Non perdoneremo Davanti a una platea di decine di Capi di Stato e di governo, aveva ammonito: "Voi avete rubato i miei sogni e la mia infanzia, con le vostre parole vuote. La gente soffre. La gente muore. Interi ecosistemi stanno collassando. Siamo all'inizio di una estinzione di massa e tutto ciò di cui discutete sono i soldi e le favole di una eterna crescita economica. Da oltre 30 anni la scienza è chiara e voi continuate a guardare dall'altra parte. Ci state tradendo, ma i giovani hanno cominciato a capire. Gli occhi di tutte le future generazioni sono su di voi e vi dico che non vi perdoneremo mai". Gas serra La conferenza di Madrid mira a coordinare gli sforzi per attuare gli obiettivi dell'Accordo di Parigi del 2015 sul clima e i diversi governi presenti dovranno dimostrare di aver effettivamente applicato le politiche di riduzione dei gas serra e contro il riscaldamento globale. In attesa del passaggio, Greta invia un pensiero di sostegno al "popolo del Cile" e si dice molto dispiaciuta, perché "stavolta non potrò essere Sudamerica. Non vedevo l'ora" di portare anche lì la battaglia contro l'"emergenza climatica ed ecologica".
(foto da profilo Twitter di G. Thunberg)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna