Sea Watch, la Corte europea da' ragione all'Italia e respinge la richiesta di sbarco

. Politica

Sempre più' ingarbugliata la vicenda  della Sea Watch, la nave Olandese di una Ong tedesca, che aveva presentato un ricorso alla Corte europea per valutare se il governo italiano impedendo lo sbarco non stesse violando  "i diritti fondamentali delle persone soccorse". Ebbene la Corte di Strasburgo ha risposto ed ha dato ragione all'Italia, anche se ha chiesto di prendere "il prima possibile tutte le misure necessarie per assicurare cure mediche adeguate, cibo e acqua". Cosa che peraltro il governo già sta facendo. Per i minori non accompagnati e' stato chiesto di garantire loro una "tutela legale" adeguata. Ma niente obbligo di farli sbarcare. Emanuel Macron intanto da' la sua disponibilità ad accogliere parte dei migranti purché sbarchino a Siracusa. Il premier Conte ringrazia quei paesi che si sono detti pronti all'accoglienza e rileva che il caso "denuncia l'incapacità di gestire meccanismi condivisi". La situazione sembra vicina al suo epilogo, senza ne'' vinti ne' vincitori, anche se la decisione dell'Europa aiuta l'Italia a superare questo difficile frangente.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi