Rissa sulla manovra, il 9 gennaio la Consulta decide sul ricorso Pd

. Politica

Sulla manovra è caos fino all'ultimo minuto. Oggi a Montecitorio la giornata è stata al calor bianco. Alla fine il governo ha chiesto la fiducia che sarà votata domani dalle 17, con voto finale sul provvedimento forse domenica mattina, ultimo giorno utile per evitare l'esercizio provvisorio. "Non posso mandare al Quirinale la legge di bilancio il 1 gennaio..." ha tentato di spiegare il presidente della Camera Roberto Fico, contestato dal Pd. Sono state ore di altissima tensione per l'accelerazione impressa dalla maggioranza gialloverde alla discussione sulla legge di bilancio e per le conseguenti furibonde proteste dell'opposizione, Pd e Fi in testa che volevano rimandare il testo in Commissione dove non c'era stato tempo per esaminare gli emendamenti, cosa già successa al Senato. Proposta bocciata ed è stato il caos: ad un certo punto da deputati dell'opposizione sono stati lanciati fascicoli (uno ha colpito il sottosegretario Garavaglia, della Lega). Poi i commessi hanno sventato un assalto ai banchi del governo da parte di deputati Pd e Fdi. E lo stesso presidente Fico, accusato in particolare dai dem di non essere imparziale, ha lasciato l'aula scortato dai commessi che avevano appena separato deputati della maggioranza e dell'opposizione venuti quasi alle mani. "Da oggi il presidente Fico ha smesso di essere super partes. Lo considero il peggiore presidente della storia repubblicana. Ha avuto una gestione assolutamente inadeguata ed ha dimenticato che lui deve essere una figura di garanzia" ha detto Alessia Morani del Pd. Poco prima il capogruppo dem Graziano Delrio aveva letto uno stralcio del discorso di insediamento di Fico in cui stigmatizzava il ricorso alla fiducia e prometteva un impegno per la centralità del Parlamento. Poche ore prima, come promesso, il Pd aveva depositato il suo ricorso alla Corte costituzionale sollevando conflitto di attribuzioni con il governo. La Consulta ha fatto sapere che deciderà il 9 gennaio.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi