Reddito e quota 100 'desaparecidos'? "Macché - dice Di Maio - a Natale e per decreto"

. Politica

Presenta "complicazioni", dice Giorgetti a proposito del reddito di cittadinanza. "Va fatto con molta attenzione, ma si fa", si affretta a spiegare il premier Conte. L'assenza misteriosa del reddito di cittadinanza e della riforma della Fornero (quota 100) - i due cavalli di battaglia di Di Maio e Salvini -  dal testo della legge di Bilancio sta alimentando polemiche e messe a punto (nel sospetto abbastanza diffuso che se di rinvio si trattasse ciò avverrebbe per i contatti in corso sulla manovra 2019 tra il governo e la Commissione europea...). Prese di posizione e precisazioni a partire dai dubbi sul reddito espressi dal potente sottosegretario leghista a palazzo Chigi, Giancarlo Giorgetti, passando per le immediate rassicurazioni al popolo grillino (ma non solo) del vice-premier Di Maio: per il capo politico dei Cinquestelle le due riforme non solo non sono 'desaparecide' ma si faranno e per decreto, per non perdere tempo, magari a Natale. E finendo con le parole di Conte che ribadisce l'impegno del governo anche se conferma la necessità di procedere con "molta attenzione". "Il reddito di cittadinanza? Ha complicazioni attuative non indifferenti. Se riuscirà a produrre posti di lavoro, bene. Altrimenti resterà un provvedimento fine a se stesso" aveva aperto le danze Giorgetti nel libro di Bruno Vespa. Immediata messa a punto via Facebook di Di Maio: "Il reddito di cittadinanza, pensioni di cittadinanza e quota 100 ci sono nella legge di bilancio: chi dice che non ci sono sta dicendo bugie", perché "in manovra ci sono i soldi, c'è la ciccia". "Ma le norme regolamentari non possono stare lì perciò dopo la legge di bilancio, magari a Natale o subito dopo, si fa un decreto con le norme per reddito e pensioni di cittadinanza e riforma della Fornero. Lo faremo con un decreto, non un ddl perché ci vorrebbe troppo e c'è emergenza povertà". Infine il premier che come al solito vuole mediare:"Questa riforma del reddito di cittadinanza partirà l'anno prossimo. Siamo ben consapevoli tutti che va fatta con molta attenzione: è la ragione per cui non è stata inserita adesso, teniamo farla bene e con tutti i dettagli". (foto: teleborsa.it)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna