La replica di Conte a Mattarella, dialogo con Ue ma l'Italia deve crescere

. Politica

Sì, il governo vuole dialogare con l'Unione europea ma l'Italia deve crescere e proprio per questo è stata decisa e inviata a Bruxelles una manovra destinata a rilanciare crescita e occupazione e a combattere povertà e diseguaglianze. E' la replica di palazzo Chigi a Mattarella che, autorizzando la presentazione della legge di bilancio in Parlamento, aveva ammonito il governo gialloverde sulla necessità di garantire la stabilità nei conti pubblici e la difesa del risparmio delle famiglie. Una lettera partita dal Quirinale verso palazzo Chigi e una nota di risposta per rassicurare l'inquilino del Colle chiaramente preoccupato per il braccio di ferro tra Roma e Bruxelles e per le sue possibili, negative conseguenze. "Come ricordato dal Presidente Mattarella, c'e senz'altro il comune intento di lavorare alla stabilità dei conti pubblici e alla tutela del risparmio. In un periodo caratterizzato da un ciclo economico avverso - dice testualmente la nota - il governo intende rilanciare la crescita e l'occupazione, con una particolare attenzione agli investimenti" e "al contrasto della povertà e delle disuguaglianze"... "L'interlocuzione tra il Governo italiano e la Commissione europea avviene nel contesto di un dialogo proficuo e costante". Al di là delle convergenze sul "comune intento" circa il dialogo con Bruxelles e gli obiettivi che accompagnano la manovra, in questo scambio (diplomatico ma anche molto franco) si colgono in filigrana tutti i dubbi del capo dello stato sugli effetti della legge di bilancio targata Lega-M5s e dall'altro lato tutta la volontà del governo gialloverde di non indietreggiare, di andare avanti sulla manovra appena approdata in Parlamento - arriva in aula tra un mese - senza aprire a modifiche dei suoi contenuti, come si sono affrettati a riaffermare anche oggi i due vice-premier Salvini e Di Maio, azionisti di maggiorana dell'esecutivo. (foto: youtube.com)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna