49 milioni: Dibba a gamba tesa "La Lega restituisca il maltolto"

. Politica

I 49 milioni che i giudici vogliono sequestrare alla Lega "vanno restituiti fino all'ultimo centesimo perchè sono soldi dei cittadini, e anche miei, e le sentenze si rispettano": un'entrata a gamba tesa quella di Alessandro Di Battista nella delicata questione dei fondi del Carroccio che tanto sta angustiando Salvini. Il vice-premier da giorni è in cerca di una soluzione che non blocchi l'attività politica del suo partito e non deve avergli fatto piacere sentire Dibba sparare ad alzo zero su un caso che registra in casa leghista molti nervi scoperti. Così come le stoccate di Dibba a Salvini non devono aver entusiasmato Di Maio impegnato nella conservazione di un precario equilibrio con il partner di maggioranza  L'ex-parlamentare grillino è andato all'attacco con la solita veemenza, intervistato dalla Gruber per Ottto e mezzo dal Guatemala: ha parlato senza peli sulla lingua e usando toni completamente diversi da quelli 'soft' di Di Maio sulla stessa questione. "Fatti che non riguardano l'attuale dirigenza della Lega" ebbe a dire il capo politico dei Cinquestelle pur invitando Salvini a non attaccare la magistratura, nè per i fondi nè per i migranti. Oggi Di Battista ha detto come la pensa lui, e sicuramente tanti come lui tra i pentastellati  "La Lega deve restituire fino all'ultimo centesimo il maltolto: non c'entra niente il processo politico, ma quando mai? Se fossi un militante della Lega gli chiederei di restituirli perché sono soldi dei cittadini. Iniziassero i parlamentari trombati della Lega a restituire l'assegno di fine mandato come ho fatto io. Per me la Lega deve restituire, punto. Perché le sentenze si rispettano, perché quei quattrini sono anche miei". E quando gli viene chiesto conto della diversità di toni tra lui e Di Maio sulla questione, Dibba risponde serafico: "Lo dico con maggiore veemenza di Di Maio perché ho un carattere diverso ma siamo in piena sintonia. Da lui e da Bonafede ho sentito più di una volta dire che le sentenze si rispettano. Quindi la Lega restituisca il maltolto". Poi  un altro paio di stilettate ai leghisti: sulla nazionalizzazione di Autostrade Di Battista sostiene che se "la Lega si tirasse indietro si sputtanerebbe. Mi auguro che non segua Giorgetti che rappresenta l'ala maroniana della Lega. E - aggiunge - la Lega si sputtana anche se ferma la riforma anticorruzione di Bonafede, mi auguro non lo faccia".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi