Cattedra delle mie brame.... Per Politico.eu Conte non ha rinunciato. NYT, "Cerca un lavoro di riserva?"

. Politica

l"Cattedra, cattedra delle mie brame", potrebbe essere il caso di citare. Ma più che una favola sembra un giallo sul quale trova modo di ironizzare pure il New York Times. Il caso della partecipazione del premier Giuseppe Conte al concorso per la cattedra di Diritto privato alla Sapienza di Roma si è ingarbugliato per una nuova rivelazione del sito Politico.eu, autore dello scoop, secondo cui il presidente del Consiglio non avrebbe ritirato la sua candidatura malgrado la scorsa settimana avesse promesso di "riconsiderare" se andare avanti oppure no dopo le critiche piovutegli addosso per un presunto conflitto di interessi. Sembrava una rinuncia e invece secondo il sito si sarebbe trattato solo di un rinvio perchè Conte ci sta ancora pensando. Il premier, sempre secondo il sito, avrebbe dovuto sostenere lunedì (oggi, ndr) un esame di inglese per la selezione, ma la commissione giudicante della Sapienza avrebbe detto agli altri due candidati, i professori Mauro Orlandi e Giovanni Perlingieri, che il premier non si sarebbe presentato e avrebbe offerto loro di rinviare. I due, conclude Politico.eu, hanno deciso di non procedere con l’esame orale dopo una breve consultazione tra di loro.  Mentre il vice-premier Di Maio taglia corto sulla vicenda ("Deciderà lui"), Il New York Times ironizza e si chiede se Conte stia cercando un lavoro di riserva. "Giuseppe Conte - scrive il Nyt - trovandosi a ricoprire un incarico tradizionalmente precario, ha cercato di evitare di mettere tutte le sue uova in un paniere professionale perseguendo una posizione di riserva come insegnante in un’università di Roma. La svolta: il paniere in questione è il governo italiano. E Conte è il premier". In serata Conte ha voluto mettere la parola fine alla telenovela che ha causato qualche imbarazzo al governo. In diretta Facebook, pur affermando di non vedere alcun conflitto di interessi, ha annunciato la sua rinuncia al concorso e alla cattedra "esclusivamente per una sensibilità personale". E ha aggiunto: "Fatevene una ragione, il governo durerà cinque anni. Ed io non ho mai pensato di ricavare un vantaggio a vita da questo incarico". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi