Italia "1984". Ecco a voi l'agente provocatore "spazza corrotti"

. Politica

L'Italia 2018 diventerà presto l'Italia "1984"? Rapidissimamente il paese sembra destinato a cambiare pelle, per andare verso la 'democrazia' digitale controllata da una nota piattaforma e la società orwelliana prefigurata dall'"agente provocatore", il neo 'guardiano delle rivoluzione'. Ma come spesso accade nel Belpaese le ciambelle non sempre riescono con il buco e l'innaffiatore rischia di finire innaffiato. E così, mentre dietro un fosco sorriso internettiano Luigi Di Maio annuncia la nuova legge "Spazza corrotti" a prima firma del Guardasigilli, Alfonso Bonafede, è proprio il ministro della Giustizia a essere chiamato a rispondere di rapporti con l'avvocato Lanzalone, arrestato a giugno nell'ambito della maxi inchiesta per corruzione attorno alla costruzione del nuovo stadio a Roma. "Dagli atti della Procura di Livorno - afferma il parlamentare Pd, Andrea Romano - emerge che il ministro, a differenza di quanto proclamato lo scorso 2 agosto in Senato, nel 2016, quando era già un deputato della Repubblica, intratteneva rapporti professionali e politici con Lanzalone. Perché non ha subito raccontato la verità, rispondendo ad una interrogazione del Pd?". Una vera patata bollente nel giorno in cui il vicepremier Di Maio si pavoneggia su Facebook e, in una accigliata "Lettera ai corrotti (o potenziali tali) d'Italia", annuncia che "praticamente" le nuove norme non lasceranno "alcuno scampo a chi corrompe e a chi viene corrotto. Con lo ‘Spazza corrotti’ mentre ti propongono la tangente ci potrebbe essere un infiltrato delle forze dell'ordine proprio al tuo fianco, perché pensi che faccia parte della combriccola. E invece è lì per arrestarti, un moderno Donnie Brasco. Avrete il terrore di accettare quella tangente". E non poteva mancare la "Lettera scarlatta": chi verrà "beccato con le mani nella marmellata - assicura l'azzimato capo politico pentastellato - avrebbe un'altra bella sorpresa: il 'daspo' ad aeternum con la pubblica amministrazione. Marchiati a vita". Ma "cari corrotti" attenzione, "ci sono anche altre norme fatali, che conoscerete nei prossimi giorni. Non passerete sonni tranquilli" e allora, è il carezzevole consiglio del novello Incorruttibile, "costituitevi e non corrompete più". Intanto un altro grillino doc, il sottosegretario dall'Istruzione, Lorenzo Fioramonti annuncia di aver assoldato un nuovo agente investigativo speciale, l'ex delle Iene, Dino Giarrusso, che "dirigerà il nostro 'osservatorio' sui concorsi nell'università e negli enti di ricerca. Da quando sono entrato in servizio - ci informa diligentemente il sottosegretario - ho ricevuto oltre trenta segnalazioni di concorsi sospetti!". Se non ci fosse da piangere, ci sarebbe da ridere...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna