Berlusconi vara l'Altra Italia e guarda a Matteo non quello leghista

. Politica

"Saro' in campo per un dovere morale verso il mio paese". Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi annuncia "una nuova discesa in campo" e lancia L'Altra Italia per ridare una casa politica "quando la bolla di consenso che oggi accompagna Lega e M5S si sgonfierà'". Il Cav lancia  anche un appello a Salvini "Non fare danni". In realtà Berlusconi non ha mai apprezzato il Matteo leghista, che considera troppo spregiudicato. Non ha mai rotto, perché comunque con Salvini esiste una solida maggioranza di centrodestra. E lo stesso ha fatto Salvini, che continua nella sua politica dei due forni. Berlusconi guarda invece con attenzione all'altro Matteo, quello del Pd. Dal quale se non si fosse sentito tradito per l'elezione del Quirinale, non avrebbe rotto il rapporto. il Matteo Renzi risponde con una cena sull'Avvento, Nel menu' anche lo strappo con il Pd.  120 fedelissimi invitati in una villa sullo stesso colle della storica protesta. L'ipotesi di una federazione. Le cose e i posti in politica non sono mai casuali. Che Berlusconi e Renzi insieme possano costituire una vera alternativa a Lega e M5S e' nelle idee e nei programmi. Ci vorrebbe coraggio da parte di entrambi, superando anche vecchie polemiche. Alle elezioni sarebbe una bella sfida.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




. . 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi