Salvini blocca l'arrivo di una nuova nave delle Ong e lancia l'hashtag #chiudiamoiporti

. Politica

Sguardo profondo, grisaglia, camicia e cravatta azzurre, il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini lancia su Facebook l'hashtag "#chiudiamoiporti". Questo nel giorno in cui la nave Aquarius della Ong Sos Mediterranee chiede un porto sicuro per sbarcare 629 persone tratte in salvo nel Mediterraneo centrale in sei diverse operazioni. La nave, con a bordo tra l'altro 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinta, "fa rotta verso nord, attendendo - informa via Twitter l'Ong - istruzioni definitive sul porto di destinazione finale". Ma Salvini, dopo aver autorizzato gli sbrachi dalle navi della Ong tedesca Sea Watch, ha detto stop e chiede che sia Malta a intervenire. Il leader della Lega dice senza esitazioni: "Da oggi anche l’Italia comincia a dire 'No' al traffico di esseri umani, 'No' al business dell’immigrazione clandestina. Il mio obiettivo è garantire una vita serena a questi ragazzi in Africa e ai nostri figli in Italia". Salvini spiega: "Nel Mediterraneo ci sono navi con bandiera di Olanda, Spagna, Gibilterra e Gran Bretagna, ci sono Ong tedesche e spagnole, c’è Malta che non accoglie nessuno, c’è la Francia che respinge alla frontiera, c’è la Spagna che difende i suoi confini con le armi, insomma tutta l’Europa che si fa gli affari suoi". Un approccio bocciato da Medici senza frontiere, l'organizzazione umanitaria reduce da un incontro sul tema migranti con il presidente della Camera, il grillino Roberto Fico, che aveva assicurato: "I principi di cooperazione e di solidarietà sono capisaldi di una società democratica". Msf esprime il timore che, "che ancora una volta la politica degli Stati europei sia posta al di sopra della vite delle persone. La priorità deve essere - invece - la sicurezza e il benessere delle persone a bordo" della nave Aquarius. Il deputato del Pd, Luciano Nobili, incalza un altro esponente pentastellato, il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, "che chiude i porti italiani a minori e donne incinte naufraghi, assecondando il diktat di Salvini. E' la definitiva dimostrazione - scandisce - che non c’è alcuna differenza tra M5S e Lega. Il mostro populista italiano ha due facce, ma la stessa anima: nera".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna