Dalle larghe intese all'intesa contratto sul filo del rasoio

. Politica

C'era una volta il Patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi, fallito con l'elezione di Mattarella al Quirinale non concordata tra i due, e c'era chi prima delle elezioni temeva, Salvini in testa, che i due potessero accordarsi di nuovo dopo il voto per dare il via a larghe intese,  mettendo da parte gli alleati. Tanto che il leader del Carroccio aveva chiesto a Berlusconi di firmare un atto da un notoia come garanzia. Poi si sa come sono andate le cose, addirittura invertendosi. Ora e' Salvini a mollare uno sconsolato Berlusconi (che tuona, speriamo non ce la facciano. Quelli imettono la patrimoniale. Frase successivamente smentita). Il Cav si può comunque consolare con l'avvenuta riabilitazione politica. Chissa' che il fatto che si possa ricandidare non lo invogli ad avere presto nuove elezioni. La trattavi Di Maio-Salvini procede sul filo del rasoio, perché il contratto e' molto complicato, e' una sorta di via di mezzo per entrambi. Con rinunce ad attuare fino in fondo i punti dei loro programmi. Flax tax, reddito di cittadinanza, sicurezza, immigrati e lavoro i temi caldi, con ancora molti aspetti da chiarire,. Il punto più controverso rimane quello del nome del premier. Prima la coppia giallo-verde aveva a sussurrato "un nome bellissimo". Di Maio poi ci ha riprovato sembra offrendo alla Meloni posti ai suoi nel governo in caso di accettazione da parte di lei della sua ascesa a palazzo Chigi.  Ma la Meloni ha rifiutato, mentre Di Maio insiste "Io premier o si va troppo a destra". Così pero' rischia di saltare lo schema sul quale ci sarebbe un accordo di massima. Di Maio agli Estari e Salvini al Viminale, con una figura terza a palazzo Chigi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna