Renzi, più che i pop-corn l'attacco alle "bugie elettorali" di M5s e Lega

. Politica

Più che i pop-corn Matteo Renzi sembra preferir sgranocchiare le idee di Alastair Campbell, architetto del New Labour blairiano, uno che spara a palle incatenate contro la Brexit, Trump, Putin ma non risparmia neppure una certa sinistra di vecchia impronta alla Corbyn. Come sorpresa nella sua busta di chicchi di mais, Matteo ha trovato una comune chiave di lettura. Campbell afferma: "Prendete lo slogan vincente della Brexit '350 milioni di sterline per settimana in più a disposizione del Sistema sanitario nazionale'. Una bugia secca, ma purtroppo ha funzionato. I bugiardi hanno vinto". L'ex segretario del Pd converge e nella sua ormai famosa Enews scrive: a 5Stelle e Lega "chiederemo conto delle bugie elettorali, ogni giorno. Dopo questa esperienza di governo giallo-verde sarà chiara a tutti la differenza tra l'estremismo delle promesse a vuoto e il buon senso delle riforme". Contro la politica dove - per dirla con Campbell - "le sensazioni battono la ragione, le bugie battono la logica", la "nostra opposizione - assicura Matteo Renzi - sarà durissima. Diremo con forza no alla fiducia, ma lo faremo rispettando sempre le Istituzioni e il governo della Repubblica. Perché noi siamo diversi da chi insulta, da chi odia, da chi illude. E lo dimostreremo anche dall'opposizione". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi