Mattarella, arbitro non si nota se giocatori corretti. Incarico slitta, nome in rosa?

. Politica

Sono ore frenetiche e di grande tensione nelle stanze del Quirinale. Con molti dubbi e tanti giri di telefonate, perché non c'e' solo da indicare un premier ma anche da costruirgli intorno una squadra. E per chi accetterà potrebbe essere dura, dovrà accettare anche di essere bersaglio di critiche probabilmente feroci. Non sarà certo una passeggiata il dibattito in aula sulla fiducia, con Lega e M5S, pronti a dare battaglia, aprendo ufficialmente la campagna elettorale. Mattarella ne e' ben consapevole e per quoto si preoccupa tanto da dire nell'incontro con i giocatori di Milan e Juventus, protagonisti domani della finale di Coppa Italia: "Un buon arbitro spera sempre di non essere notato e può non essere notato se i giocatori sono corretti". Intanto l'incarico slitta, probabilmente a giovedì,  vuoi per sondare le ultime estreme possibilità di un accordo tra Lega e M5s ed anche per il tempo necessario per sondare tutti i potenziali ministri. Mattarella pensa ad un colpo ad effetto, una donna premier, sarebbe la prima volta nella storia repubblicana. Per una presidenza rosa si fanno dei nomi, Elisabetta Belloni, attuale segretario della Farnesina e Marta Cartabia, vice presidente della Consulta. Tanto per la cronaca, la prima viene considerato molto vicina al pentastellato Di attista,mentre la seconda nominata da Napolitano e' di area dem. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi