A colpi di tweet e retweet è vera lite tra Trump e May

. Politica

Tra tweet e retweet si sviluppa un'inedita lite tra due alleati storici, gli Usa e la Gran Bretagna. Una lite che non accenna a placarsi sul tema dell'islam e del terrorismo, a colpi di botta e risposta. Pur impegnati congiuntamente contro il terrorismo jihadista il capo della Casa Bianca e la primo ministro britannico non si sono risparmiati accuse e controaccuse, senza peli sulla lingua. Tutto è cominciato quando Trump ha ritwittato tre video del sito britannico estremista e anti-islamico 'Britain First', cui la May ha risposto affermando che il presidente Usa, nel pubblicizzare quel suo endorsement, aveva commesso "un errore". Mentre il gruppo 'Britain first' festeggiava per la pubblicità inaspettata arrivatagli addirittura da Washington e la Casa Bianca difendeva la mossa del presidente, lo stesso Trump ri-scendeva in campo con un altro tweet rispondendo a brutto muso alla May: "Non concentrarti su di me - ha scritto Trump - ma sul terrorismo radicale islamico nel Regno Unito. Noi siamo a posto!", come dire che forse Londra non fa tutto quello che deve contro il terrorismo jihadista o è troppo indulgente verso l'Islam radicale (tra l'altro Trump ha sbagliato a scrivere l'indirizzo Twitter della premier britannica, indirizzando i suoi follower su un'altra Theresa May, errore corretto solo dopo una trentina di minuti). Oggi la controreplica altrettanto dura del primo ministro britannico: il gruppo così simpatico all'inquilino della Casa Bianca, ha detto il sostanza la May, è un gruppo che "semina odio" e ritwittarlo "è stata la cosa sbagliata da fare". Poi, mentre era in visita ad Amman, l'inquilina di Downing Street è tornata sopra la questione sottolineando che il Regno Unito "lavora assieme agli Usa" sulla scena internazionale e intende continuare a farlo da alleato stretto. Ma aggiungendo anche di non aver "paura di parlare" se ritiene che Washington faccia "qualcosa di sbagliato" e "ritwittare Britain First è sbagliato". "Io non passo  troppo tempo su Twitter" ha concluso con un buona dose di acidità la May e quando le è stato chiesto se silurerebbe un suo ministro se ritwittasse Britain First ha risposto seccamente: "Ho assoluta fiducia che nessuno dei miei ministri farebbe una cosa del genere"...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi