Berlusconi, Macron? "Sono finiti i tempi del Re Sole". La Merkel? "Unica statista in Europa". Alfano? "Beh per la Sicilia..."

. Politica

Berlusconi parla con la Stampa di tutto.  Sul caso Fincantieri sostiene: "Macron non ha avuto un atteggiamento ne' liberale, ne' europeista". "Non siamo più ai tempi del Re Sole, e i metodi dei francesi, di ostacolare gli interessi stranieri per difendere solo i propri, dovrebbero essere cambiati. Ma i presidenti francesi se ne sono accorti?, osserva il Cavaliere. Quanto alla Merkel la definisce l'unica statista in Europa e auspica una sua vittoria alle prossime elezioni tedesche di settembre. Quella del sorrisetto nei suoi confronti e dell'Italia, che fece il giro del mondo, per Berlusconi fu una "trappola" di   Sarkozy, così come furono solo frutto di dicerie malevole la battuta volgare che gli fu attribuita nei confronti della cancellieria (riguardava il lato B eccessivo…). Sulla legge elettorale insiste per il ritorno al proporzionale, mentre lascia aperta la porta dell'accordo, ma solo per la Sicilia, con il "traditore" Alfano. Anche Berlusconi, come Renzi, dice che le elezioni in Sicilia non sono un test nazionale. Ma tutti e due sanno bene che non e' così, e che lo dicono solo per mettere le mani avanti in caso di sconfitta. Perché le elezioni in Sicilia saranno il trampolino di lancio per le politiche e saranno anche l'ultimo probante impegno elettorale prima della battaglia decisiva per il governo dei prossimi cinque anni. Tanto che Alfano tenuto a debita distanza sia da Renzi che da Berlusconi (Con il primo non si parla da maggio, mentre il Cavaliere lo considera il peggiore dei suoi tanti traditori),  si sta giocando la carta delle elezioni siciliane per cercare di riaprire i giochi delle alleanze a livello nazionale. Così' in un giorno ha incontrato sia il Pd che Fi. Ora tutti vorrebbero vincere a novembre e li' Alfano potrebbe essere l'ago della bilancia.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna