Legge elettorale già traballa, 100 franchi tiratori e Grillo si smarca "Nuovo voto online"

. Politica

La legge elettorale e' partita alla Camera con il piede sbagliato. Traballa fin dalle prime votazioni sulle pregiudiziali di costituzionalità, che poi e' una votazione propedeutica a tutte le altre. Si affaccia il solito incubo dei franchi tiratori, 66. Il patto a quattro non appare poi così solido come sembrava. I grillini insistono su preferenze e voto disgiunto. Grillo molto altalemante, le forse anche perché da' ascolto alle varie anime del suo movimento, annuncia un nuovo voto online nel weekend. Il capogruppo del Pd, Rosato denuncia: "Sulle pregiudiziali troppo lontani dalla somma dei quattro partiti" ed evoca i franche tiratori che impallinarono Prodi. Poi spiega:"Sono sicuro che saranno importanti le prime votazioni, noi abbiamo la responsabilità di tenere fino in fondo". Quello sulle pregiudiziali e' stato il primo voto segreto. I voti per respingere le pregiudiziali avrebbero dovuto  essere, con la somma dei quattro partiti 499, invece sono state si' bocciate ma con soli 310 voti. Un brutto segnale in vista delle numerose votazioni a scrutinio segreto, circa 210. Ora sarà da verificare se la sortita dei franchi tiratori e' solo una schermaglia strategica o se sia il segnale di un accordo che alla prova dei fatti non tiene. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi