Monti "Fuori i partiti dalle banche". Bersani replica "...e i banchieri dalla politica"

. Politica

La bufera MPS continua a scuotere la politica e si moltiplicano gli scambi di accuse tra i leader che volenti o nolenti si confrontano sullo scandalo di Rocca Salimbeni in questa caldissima campagna elettorale. Oggi il bollettino registra un feroce battibecco a distanza tra Mario Monti e Pier Luigi Bersani. Il premier, che ha incontrato la Cancelliera Merkel, è entrato a gamba tesa nel difficile momento traversato dal Pd per i suoi legami con il Monte dei Paschi ed ha detto: "Fuori i partiti dalle banche", senza nominare il partito Democratico ma alludendovi e in sostanza additandolo alla pubblica riprovazione. La replica piccata e allusiva non si è fatta attendere. Anche Bersani non ha nominato Monti ma era chiaramente a lui che si riferiva quando ha detto: "Sono dieci volte d'accordo: fuori i partiti dalle banche...ma anche i banchieri dalla politica". E chi ha voluto capire ha capito.  Sul fronte delle inchieste (anche la procura d Roma ha aperto un fascicolo per turbativa di mercato) interrogatorio a Siena di Gotti Tedeschi, rappresentante della Santander in Italia all'epoca dell'acquiszione di Antonveneta dalla banca spagnola da parte di Mps, un'acquisizione portata a termine con il sospetto da parte dei magistrati di una maxi-tangente da 2 miliardi di euro. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi