Per Corona estradizione domani, i misteri della fuga

. Politica

Fabrizio Corona verra' estradatto, gia' domani, da Lisbona in Italia. E' quanto ha deciso il tribunale portoghese. Per gli agenti avrebbe pianto, ma lui smentisce minacciando querele. Comunque i veri dubbi sulla fuga di quattro giorni non riguardano certo le lacrime versate oppure no, riguardano invece perche' si e' messo in macchina, tra l'altro la cinquecento era dotata di satellitare, che ha permesso di seguirlo e rintracciarlo. Ovviamnente sapeva che la fuga era disperata. Aveva forse un tesoretto da lasciare da qualche parte? E poi perche' la poilzia, che lo seguiva fin dall'inizio lo ha lasciato andare per 4 giorni? Volevano controllare le sue mosse, verificare le sue amicizie? I misteri, come sempre accade in queste storie non mancano. Fatto sta che domani rientrera' in Italia e verra' rinchiuso a San Vittore, il carcere che meno gli piace. Il suo "amico", "nemico", suo colloboratore lo accusa di non provare nessun affetto e di avere anche il braccino corto. Che questo lo abbia spinto alla fuga, nel timore di perdere tutto?  Certo la condanna a sette anni per estorsione appare a molti eccessiva, forse anche legata ai suoi eccessi. Ora avra' modo di riflettere con calma e sperare in un atto di clemenza. Simili pene non sono usuali neppure per ladri e rapinatori.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi