il Cav siamo sotto di 7 punti, sfida Bersani in Tv ma lui dice di no

. Politica

Berlusconi si sente galvanizzato dopo lo show con Santoro e dice di essere staccato dal centrosinistra di "soli 7 punti". Facendo una media tra i varii sodaggisti forse lo stacco e' un po' di piu' ma indubbuamente negli utltimi giorni Berlusconi e' dato in forte recupero, anche per l'accordo con la Lega di Maroni. In televisione si sente un mattatore, come ha confessato anche Giletti in un'intervista (sono stato l'unico a tenergli testa, forse mi ha sottovalutato) e lancia la sfida a Bersani per un confronto diretto. Ma il leader del Pd (come da tradizione nella cultura di sinistra) oggettivizza la situazione. No al confronto con Berlusconi, non per lui, ma perche' le sfide si fanno solo tra candidati premier cosa che non e' per il Cavaliere. Berlusconi incalza: "Possiamo vincere cone nel 94 con Occhetto". Ma la situazione era completamente differente. Monti invece afferma: "Dio ci scampi dallo schema destra-sinistra in Europa ed incontra i centristi Fini e Casni alla Camera per le liste. (Le abbiamo chiuse commenta Casini, abbiamo parlato, com'e' normale in campafgna elettorale di politica). Berlusconi apre anche ad una grande coalizione, dopo il voto per le riforme. "Se gli altri partiti sono d'accordo con riforme per rendere piu' governabile il paese sono assolutamente favorevole". Tornando sul Santoro ha rilevato: "Mi aspettavo un boom di ascolti (sono stati quasi nove milioni). Andare da Santoro era quasi una notizia scxandalosa, mi consigliavano quasi tutti di non andare nella tana dei leoni. Ma io ero sereno". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi