Francia, primo round ai 'gilet gialli'. Sospeso per 6 mesi aumento diesel

. Esteri

Va ai "gilets jaunes" il primo round dello scontro con il presidente francese, Emmanuel Macron. Con una dichiarazione in tv il premier, Edouard Philippe, ha annunciato la sospensione per sei mesi dell'aumento delle tasse sul carburante - in particolare sul diesel -, ma anche dell'incremento dei prezzi per elettricità e gas e dei nuovi severi controlli sulle emissioni degli autoveicoli. Le misure per contenere l'inquinamento e combattere i cambiamenti climatici finanziando gli investimenti in energie rinnovabili, avevano scatenato la protesta della Francia profonda, delle aree rurali, dei pendolari che utilizzano ampiamente il gasolio, a lungo tassato meno pesantemente di altri tipi di carburante. Phillippe ha detto che la rabbia della gente deve essere ascoltata e che le misure non saranno applicate fino a quando non si sarà svolto un dibattito adeguato con i cittadini interessati, ma ha precisato che la violenza deve fermarsi. Proteste e manifestazioni degenerate in atti di violenza e di vandalismo hanno colpito negli ultimi tre weekend le principali città francesi a partire da Parigi, provocando tre morti per incidenti ai posti di blocco organizzati dai dimostranti e danni considerevoli anche a monumenti conosciuti come l'Arc de Triomphe. Macron era stato eletto nel 2017 con un consenso schiacciante per attuare riforme radicali soprattutto in campo economico, ma la sua popolarità è diminuita drasticamente negli ultimi mesi. Continua a soffiare sul fuoco della protesta la leader dell'estrema destra Marine Le Pen, secondo cui il rinvio dell'imposta - e non la sua cancellazione -  non è abbastanza. Così, mentre la maggioranza del movimento ha accolto la disponibilità del governo, per sabato è annunciata una nuova protesta da parte degli intransigenti.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna