Battisti, "Non fuggo". Bolsonaro? "Solo fanfaronate, non può farmi niente"

. Esteri

Non è fuggito, è andato a San Paolo per una visita medica e ora sta tornando a casa sicuro di non essere estradato "perchè Bolsonaro non può far niente, le sue sono fanfaronate". Cesare Battisti, l'ex-terrorista dei Proletari armati per il comunismo condannato in Italia all'ergastolo per quattro omicidi negli anni di piombo e in fuga dal 1981, parla al Giornale Radio Rai che lo ha rintracciato mentre lo davano in fuga per paura della promessa del nuovo presidente brasiliano al governo di Roma ("Farò un regalo all'Italia" aveva detto Jair Bolsonaro in campagna elettorale). "Nessuna fuga assolutamente, in Italia possono dire quello che vogliono. Io sto andando a casa ed è tutto tranquillo. Vado a San Paolo una volta al mese, cinque giorni al mese per ragioni mediche. Questa volta anche per trattare la pubblicazione del mio libro. Sto tornando a casa come sempre, quindi non c'è niente di allarmante, non sto facendo niente oltre la routine" ha spiegato Battisti. "Bolsonaro può dire quello che vuole, io sono protetto dalla Corte Suprema. Le sue sono solo parole, fanfaronate. Lui non può fare niente, c'è una giustizia, io per la giustizia sono protetto, lui non ha nulla a che vedere con questo. Non penso abbia interesse a creare discordia tra tra il potere giudiziario e l'esecutivo. Si parla, ognuno può dire quello che vuole. Io non ho nessun problema". Secondo i suoi legali, interpellati dall'Ansa, Battisti dispone di una decisione del Supremo Tribunale Federale (Stf) che garantisce la sua permanenza in Brasile, emessa un anno fa da Luiz Fux, magistrato dell'alta corte. In base a questa misura giudiziaria, il governo brasiliano non può concedere l'estradizione di Battisti finché il Stf non avrà deciso se un capo dello Stato ha la facoltà di modificare una decisione presa da un suo predecessore.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna