Usa, allarme pacchi bomba per Obama e Hillary Clinton. A New York evacuata sede Cnn

. Esteri

Allarmi bomba e tensione alle stelle negli Usa a due settimane dalle elezioni di Midterm. Dopo l'ordigno rudimentale recapitato al miliardario 'buonista', George Soros, nella sua abitazione vicino New York, sono stati bloccati pacchi sospetti indirizzati alle residenze dell'ex presidente Barack Obama a Washington e della ex first lady e candidata alla Casa Bianca contro Donald Trump, Hillary Clinton, a Chappaqua nello Stato di New York. I pacchi bomba sono stati intercettati dagli agenti del Secret service, l'Agenzia federale cui è affidata la protezione di presidenti ed ex presidenti americani e delle loro famiglie. Nel centro di Manhattan a Columbus Circle è stato evacuato il Time Warner Center, il palazzo che ospita la redazione della Cnn, dopo il ritrovamento di un ordigno inviato all'ex direttore della Cia, John Brennan, spesso ospite dell'emittente e notoriamente critico delle politiche del presidente Trump. Altri pacchi sospetti sono controllati dagli degli inquirenti, tra cui quelli inviati all'ufficio del governatore di New York, Andrew Cuomo; alla deputata democratica californiana, Maxine Waters; e in Florida all'altra parlamentare dem Debbie Wasserman Schultz, presidente del comitato nazionale democratico durante le elezioni del 2016, e all'ex ministro della Giustizia di Obama, Eric Holder. Smentita la notizia di un ordigno indirizzato alla Casa Bianca. Il sindaco di New York, Bill De Blasio, ha detto con forza: "Questi atti di terrorismo non ci cambieranno, la popolazione li ha già vissuti in passato e sa come affrontare queste circostanze". Sugli episodi indaga l'Fbi e fonti investigative segnalano come dietro tutti i pacchi bomba ci sarebbe la stessa mano, anche se al momento non è giunta alcuna rivendicazione. Condanna della Casa Bianca con la portavoce, Sarah Huckabee Sanders: "Sono atti ignobili. I responsabili ne pagheranno le conseguenze". Hillary Clinton ha invitato gli americani a "restare uniti" e a "votare chi garantisce questa unità".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna