Turchia, per Erdogan vittoria significativa ma contestata

. Esteri

Il presidente in carica della Turchia, il neo-ottomano Recep Tayyip Erdogan, è stato rieletto - salvo clamorose sorprese, non escluse dall'opposizione che contesta i risultati diffusi e denuncia possibili brogli - con circa il 53% dei voti. Un risultato che scongiura il ballottaggio, che negli ultimi giorni sembrava essere diventato una possibilità, in ragione soprattutto della difficile situazione dell’economia con il crollo della lira turca. L'affluenza alle urne è stata dell'87,5%. Al Partito per la giustizia e lo sviluppo (AKP) del presidente è andato 43% dei consensi e la maggioranza in Parlamento c’è soltanto grazie all'appoggio degli alleati nazionalisti. Il candidato dell'opposizione, Muharrem Ince, raccoglie un importante 31% e il Partito popolare repubblicano (CHP), principale forza dell’opposizione, ottiene il 23%; il tutto in una situazione a detta di molti osservatori internazionali di grande difficoltà per lo sviluppo dell'azione e del confronto politico. Supera di slancio lo sbarramento del 10% il Partito democratico popolare filo-curdo (HDP), che ha molti dei suoi leader e militanti in carcere. Erdogan e il suo partito con radici islamiste non perdono una competizione elettorale da oltre 15 anni e il presidente ha affrontato con il pugno di ferro il tentato colpo di stato nel luglio 2016, attribuito al suo ex alleato il predicatore Fethullah Gulen. La nuova Costituzione, di stampo presidenzialista, approvata con un referendum poco più di un anno fa, assegna al capo dello Stato poteri rafforzati e in questo quadro non stupiscono gli immediati auguri a Erdogan giunti dal premier ungherese, il populista Viktor Orban.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna