Niente scuse da Macron. E Conte valuta di annullare la visita a Parigi

. Esteri

Niente scuse da Emmanuel Macron per l'affaire Aquarius, anzi in qualche modo il rilancio delle critiche all'Italia e anche a Salvini, pur senza nominarlo direttamente, individuato come un "provocatore". E così le relazioni bilaterali italo-francesi sono sull'orlo di una crisi di nervi per l'emergenza migranti tanto che il premier Conte pensa di annullare la visita a Parigi proprio all'Eliseo da Macron, previsa per venerdì, una decisione che ha già avuto l'avallo preventivo del ministro dell'Interno "in assenza di scuse". La freddezza dei rapporti è testimoniata anche dalla convocazione dell'ambasciatore francese alla Farnesina e dall'annullamento dell'incontro tra il ministro dell'Economia Giovanni Tria (anche lui doveva andare a Parigi) con l'omologo francese Le Maire. "Dare ragione a chi cerca la provocazione, a chi vede una nave avvicinarsi alle coste e la respinge, sarebbe un modo di aiutare i veri democratici? Non possiamo cedere alla politica del peggio nella quale saremo tutti in preda all'emozione, dando così ragione a coloro che vogliono portarci verso le strade più buie” ha detto il presidente francese parlando in Vandea del caso Aquarius e della polemica con l'Italia, senza però mai nominare il ministro Matteo Salvini. Insomma nessuna scusa da parte francese (dopo che l'Eliseo ieri ha definito "cinica e irresponsabile" la politica dell'Italia sui migranti, che sarebbe addirittura "vomitevole" per il portavoce di En Marche) anche se poi Macron ha assicurato di voler "lavorare mano nella mano con l'Italia" nella gestione dei flussi migratori. Lanciando però un appello a "non cedere all'emozione, che alcuni manipolano". Intanto la nave Aquarius è in navigazione verso Valencia dove arriverà tra tre giorni. E' scortata da due unità italiane che hanno imbarcato 400 dei 629 migranti stipati sulla nave Ong.


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna