Macron annuncia il G7 2019 a Biarritz, mentre Trump boccia via Twitter il documento finale del summit in Canada

. Esteri

Il vertice 2019 dei capi di Stato e di governo del G7 si terrà a Biarritz in Francia "alla fine dell'estate". L'annuncio è venuto direttamente dal presidente francese, Emmanuel Macron, al termine del summit di La Malbaie in Canada. Dal prossimo 1 gennaio sarà il turno della Francia a presiedere il G7, Macron ha lasciato intendere che avrebbe piacere di allargare l'invito anche al presidente russo, Vladimir Putin, ma soltanto se Mosca deciderà per il pieno rispetto degli accordi di Minsk per la pace in Ucraina. La Russia è stata estromessa da quello che era stato il G8 nel 2014, dopo l'annessione della Crimea. Nel vertice in Quebec il presidente Usa, Donald Trump, aveva chiesto la riammissione di Mosca nel club delle grandi potenze economiche mondiali, trovando in un primo momento l'attenzione del premier italiano Giuseppe Conte, che presto verrà ricevuto alla Casa Bianca. Tuttavia, i leader dell'Unione europea, Marcon e Merkel in testa, avevano chiaramente respinto la proposta, proprio a causa della Crimea. Ma la sorpresa più grande è venuta dal rifiuto di Washington di sottoscrivere il documento finale del G7, che conteneva un primo accordo sul commercio internazionale e sui dazi. La bocciatura è giunta via Twitter da parte di Trump, mentre era in volo sull'Air Force One direzione Singapore, dove martedì incontrerà il capo nordcoreano, Kim Jong-un. Trump ha dato ordine ai suoi funzionari di non firmare e ha duramente attaccato il padrone di casa, il premier canadese Justin Trudeau, definito "un disonesto e un debole". Il presidente Usa ha anche annunciato la prossima introduzione di dazi "sulle auto che invadono il mercato americano".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi