Siria: Trump prepara attacco, per i gas "tutti pagheranno un prezzo", anche i russi "se colpevoli"

. Esteri

Sale l'allerta internazionale per gli sviluppi della guerra civile siriana. Dopo il presunto attacco chimico di sabato a est di Damasco contro i ribelli anti-Assad in cui sono rimaste uccise un centinaio di persone, oggi a far aumentare la tensione due caccia - israeliani, secondo i media arabi - hanno bombardato un aeroporto militare siriano a Homs da dove partirebbero droni contro Israele ad opera di Hezbollah e di milizie iraniane. E si è mosso anche il presidente Trump che definendo "atrocità insopportabile" l'uso di gas contro i civili ha preannunciato "decisioni importanti entro 24-48 ore". Per gli analisti significa che gli Usa stanno preparando un piano di attacco non solo contro il regime di Damasco cui viene attribuita la responsabilità dell'uso di gas contro i ribelli ma anche contro tutti coloro che sostengono Assad in quello scacchiere e che potrebbero averlo aiutato nel bombardamento di sabato. Quindi, se ritenuti "colpevoli", anche contro i russi, i potenti alleati del regime siriano. Damasco e Mosca negano ogni responsabilità, anzi negano che a Duma siano stati usati dei gas contro i civili e attribuiscono alla propaganda occidentale l'utilizzo strumentale contro Assad di quella che hanno definito una fake-news. Il ministro degli esteri russo Lavrov ha messo in guardia gli Stati Uniti dal commettere l'errore di iniziative militari volte ad attaccare "il legittimo governo della Siria, paese membro dell'Onu". Ma Donald Trump sembra non sentire ragioni ed è parso particolarmente determinato a voler agire: sulla Siria non ha escluso alcuna opzione, ha condannato "l'odioso attacco" contro civili innocenti ed  ha promesso che Damasco pagherà "un grande prezzo" per il sospetto attacco chimico. "Tutti pagheranno un prezzo per il presunto attacco chimico in Siria, anche Putin se ha responsabilità", ha detto Trump durante una riunione di governo. Alla domanda se Putin porta qualche responsabilità per l'attacco, il presidente Usa ha risposto: "Potrebbe, sì, potrebbe. E se ce l'ha, sarà molto dura, molto dura". "Tutti pagheranno un prezzo. Lui, tutti", ha aggiunto.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna