"La Catalogna è indipendente", Barcellona ammaina la bandiera spagnola. Rajoy: "Destituirò Puigdemont" (che rischia l'arresto)

. Esteri

Il parlamento catalano ha votato la dichiarazione d’indipendenza in una giornata carica di tensione, tra le proteste dell’opposizione unionista. La bandiera spagnola sulla facciata del parlamento catalano a Barcellona è stata ammainata tra gli applausi della folla indipendentista. Nello stesso momento a Madrid il premier Mariano Rajoy, in base all'applicazione dell'art 155 della Costituzione che commissaria l'autonomia della regione catalana decisa dal Senato, assicurava tutti gli spagnoli su un "pronto ritorno alla legalità" e annunciava la prossima destituzione del presidente catalano Carles Puigdemont e del suo vice Oriol Junqueras, una misura da prendere dopo il via della Camera alta - atteso per stasera - inseme all'indizione di nuove elezioni in Catalogna nel giro di sei mesi. Puigdemont e il vice rischiano l'arresto per "ribellione", un reato che comporta pene fino a 30 anni. Il muro contro muro tra Madrid e Barcellona ha vissuto quindi oggi il suo momento più drammatico: è successo quando il parlamento catalano ha approvato a scrutinio segreto con 70 voti a favore, 10 contrari e 2 astensioni, la proposta della maggioranza di dichiarare l’ indipendenza e di avviare un processo costituente che "porterà a termine la stesura e l’approvazione della costituzione della repubblica". L’opposizione si è ritirata dell’aula al momento della storica votazione. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola

 



Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna