Raqqa libera, i curdi ammainano la bandiera nera dell'Isis

. Esteri

Ammainata la bandiera nera del Califfato sui palazzi dell'Isis a Raqqa, la 'capitale' dell'autoproclamato stato islamico in Siria. La città è stata liberata dai curdi alleati degli Usa dopo un assedio che durava da giugno. Restano solo alcune sacche di jihadisti irriducibili, quasi esclusivamente foreign fighters perchè centinaia di miliziani dell'Isis locali sono stati fatti evacuare nei giorni scorsi in base ad un accordo con le forze assedianti insieme a migliaia di civili. Da oggi sullo stadio di Raqqa e sull'ospedale, ultime roccaforti dei soldati del Califfato, al posto della bandiera nera sventola quella bianca e gialla dei peshmerga curdi inquadrati nelle Forze democratiche siriane (Sdf) alleati della coalizione internazionale a guida Usa nell'offensiva contro la città che il 'califfo' Abu Bakr al-Baghdadi aveva proclamato come 'capitale' dell'Isis. La notizia della caduta di Raqqa è stata data anche dall'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus).

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi