E' morto Helmut Kohl, il Cancelliere della riunificazione

. Esteri

Helmut Kohl, il Cancelliere della Germania unita e padre nobile dell'Ue, è morto stamane nella sua casa di Ludwigshafen aveva 87 anni. Dal 2008 l'uomo che governò la Germania dal 1982 al 1998 e che fu il principale protagonista della riunificazione tedesca avvenuta l'anno dopo la caduta del Muro di Berlino (1989) era costretto sulla sedia a rotelle e un ictus aveva compromesso la sua capacità di parlare. Esponente e leader della Cdu (Unione Cristiano-democratica, lo stesso partito di Angela Merkel) per venticinque anni, dal 1973 al 1998, Kohl è stato il cancelliere più longevo del dopoguerra ma un pesantissimo scandalo-tangenti gli ha negato la possibilità di esse annoverato nel pantheon tedesco accanto a personaggi del calibro di Otto von Bismarck e Konrad Adenauer. Kohl è anche considerato dagli storici, insieme al presidente francese François Mitterrand, l'architetto della costruzione dell'Unione Europea (Maastricht, 1992)i. Accanto a lui fino all'ultimo giorno la seconda moglie Maike Kohl-Richter, di 34 anni più giovane. La prima moglie Hannelore, che gli ha dato due figli, era morta suicida nel 2001.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi