Trump indagato per "ostruzione alla giustizia", anticamera dell'impeachment

. Esteri

Donald Tump e' indagato per "Obstrution of Justice (Ostruzione alla Giustizia). La notizia bomba arriva poco dopo le sei del pomeriggio di Washington, mezzanotte passata in Italia, proprio nel giorno del compleanni di Donald, che ha festeggiato i suoi 71 anni. A dare la notizia nell'ora che e' stata chiamata "l'ora degli scoop" (orario studiato per non turbare i  mercati finanziari) e' stato il Washington Post. Dietro una frase costruita in modo inattaccabile, per evitare possibile accuse di "fake news", il senso e' chiaro, quello che la Casa Bianca temeva di più si sta avverando. Il procuratore speciale per il Russiagate Roberto Muller ex direttore dell'Fbi, sta indagando su Trump per stabiire o meno se e' responsabile di avere ostacolato la giustizia nel cosiddetto Russiagate. Gli viene anche contestato il licenziamento dell'ex capo dell'Fbi Comey, che e' diventato il suo più grande accusatore, tra l'atro agendo con una condotta spregiudicata e discutibile, come la registrazione di colloqui riservarti con il presidente e la fuga di notizie usata ad arte. Fatti che potrebbero inguaiare lo stesso Comey, senza pero' sollevare Trump dalle sue eventuali responsabilità. Va detto che nel codice americano (capitolo 18, sezione 1503)  l'ostruzione alla giustizia e' un crimine per cui e' punibile anche il "Commander in Chief", insomma e' l'anticamera dell'impeachement. Che al momento rimane difficile perché dovrebbe essere deciso dalla Camera a maggioranza repubblicana. E' poi il Senato a pronunciare il verdetto se c'e' il disco verde della Camera. In America con l'impeachment fu destituito Nixon per il Watergate. Per lo stesso reato contestato a Trump invece Clinton fu messo sotto accusa dalla Camera dei rappresentanti nel '98 per avere mentito sulla sua elezione con la stagista Monica Lewinski. La Camera, a quel temo dominata dai democratici, il suo partito, lo assolse scagionandolo dalle accuse. Gli agenti dell'Fbi sono anche alla ricerca di prove su possibili crimini finanziari commessi d uomini della cerchia del presidente. Dura ed immediata la reazione di Mark Kasowitz, il legale di Trump: "La fuga dinoizie dell'Fbi, riguardanti il presidente e' scandalosa ed illegale". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna