Arabia Saudita, Egitto, Bahrein ed Emirati rompono con il Qatar (organizzatore dei Mondiali 2022) "Aiuta i terroristi"

. Esteri

E' crisi nel Golfo. Con un'azione senza precedenti Arabia Saudita, Bahrein, Egitto ed Emirati rompono con in Qatar, che ospiterà i Mondiali di calcio del 2022, accusato di sostenere i terroristi. Via i diplomatici, interrotti i rapporti e frontiere chiuse. Cresce il rischio di una escalation militare nel Golfo. Nelle prossime 48 ore le ambasciate dovranno essere svuotate. Il Qatar e' stato anche escluso dalla coalizione che sta intervenendo milirtamente nello Yemen. A questo punto diventano a rischio i Mondiali del 2022, ottenuti tra mille polemiche e molte tangenti che hanno destabilizzato la Fifa. Nell'assegnazione fu decisivo l'ex presidente Blatter. Chiuse le frontiere terrestri ed aeree. L'accusa contro il Qatar e' gravissima, e' quella di supportare i gruppi terroristici che "vogliono destabilizzare" la regione. Il riferimento e' alle formazioni dei Fratelli Musulmani (Egitto), dell'Isis, di Al Qaeda e di tutti quei gruppi che secondo i paesi arabi hanno il supporto degli iraniani. Tra i primi effetti dell'isolamento del Qatar c'e' quello di colpire la sua compagnia aerea, che e' tra le più grandi del mondo.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi