Leak di Manchester, gelo Londra-Washington e Trump promette un'inchiesta

. Esteri

Rottura diplomatica tra le due sponde dell'oceano per le foto pubblicate dal Nyt, che si difende "coerenti e responsabili". Ma Londra non ci sta perché quelle foto della bomba pubblicate dal giornale americano non potevano che provenire dai servizi Usa.  Così Londra minaccia: "Non condivideremo più informazioni". Sui leak di Manchester Trump cerca di ricucire e promette l'apertura di un'inchiesta per stabilire eventuali responsabilità. La denuncia sulla fuga di notizie viene dai servizi inglesi, che avevano condiviso informazioni importanti con i colleghi Usa. Leak che "mina" la stessa inchiesta in corso. Trump ha definito molto preoccupanti le fughe di notizie trapelate sulla stampa Usa. Il Presidente ha spiegato che "non c'e' nessuna relazione cui teniamo di più che a quella con la Gran Bretagna" e ha fatto sapere di avere chiesto al Dipartimento di Giustizia Usa e alle altre Agenzie di fare chiarezza attraverso un'attenta e completa indagine. Al centro dell'aspra polemica le foto di frammenti della bomba della strage alla Manchester Arena pubblicate dal New York Times in modo molto dettagliato e con spiegazioni sul tipo di ordigno, che non era certo una bomba fabbricata in casa. Il che apre tutti altri scenari che pero' dovevano rimanere riservati per evidenti ragioni investigative.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi