L'Europa perde la pazienza, Atene verso il default. Code sempre più lunghe ai bancomat

. Esteri

L'Europa sembra ormai aver perso la pazienza e la Grecia, con le casse vuote e senza fatti nuovi prima di martedì, si avvia verso il default. Si è conclusa con la constatazione che il negoziato "è fallito" la riunione straordinaria dell'Eurogruppo a Bruxelles. Atene non ha dato assicurazioni che riuscirà a pagare entro il 30 giugno il debito di 1,6 miliardi di euro contratto con il Fondo monetario, non ha accettato gli interventi fiscali e sulle pensioni 'suggeriti' dai creditori internazionali ma ha chiesto tempo fino al 5 luglio per consultare i greci tramite il referendum convocato da Tsipras con una mossa a sorpresa. Il programma di Syriza - che ha vinto le elezioni con  il 36% -  "non consente al governo Tsipras di accedere alle richieste dell'ex-Trojka - ha detto il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis - per questo serve il consenso della maggioranza del popolo greco, il 51%: ecco il perchè del referendum". Ma la mossa, considerata dilatoria, di Atene ha solo irritato l'Eurogruppo. Al termine della riunione lampo il presidente dell’Eurogruppo, Dijsselbloem, ha dichiarato: "Il programma di aiuti internazionali alla Grecia finirà martedì sera" e ha poi concluso constatando "con grande dispiacere" che i negoziati sono falliti. La reazione di Atene: "la  decisione danneggia la credibilità dell’Eurogruppo e il danno potrebbe essere permanente" ha dichiarato in conferenza stampa Varoufakis che però ha mostrato di non aver perso le speranze: "Siamo assolutamente determinati a trovare una soluzione prìma di martedì". "Qualsiasi decisione l’Eurogruppo prenderà, il popolo greco avrà ossigeno fino alla prossima settimana e sopravviverà" ha detto Tsipras in un colloquio telefonico con la cancelliera tedesca Angela Merkel e con il presidente francese Francois Hollande. Il premier avrebbe sottolineato ai suoi interlocutori che "la democrazia è un valore basilare in Grecia e che il referendum si terrà qualsiasi cosa l’Eurogruppo decida". In Grecia intanto continua, anzi si accentua, la corsa a ritirare il contante dalle banche e le file ai bancomat sono aumentate.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi