Tunisia-Lione, catena del terrore contro Hollande e Cameron per blocco Ventimiglia e Calais?

. Esteri

L'emergenza migranti e il terrorismo scuotono l'Europa. Si può ipotizzare in questo secondo tragico venerdì di Ramadan una sorta di catena del terrore? Colpire nello stesso giorno fedeli islamici moderati in Kuwait, spiagge tunisine risolutamente affollate da ricchi europei del Nord Europa, prevalentemente inglesi e tedeschi e la Francia, ancora una volta a distanza di sei mesi, importando per la prima volta il macabro rituale del taglio della testa, potrebbe fare pensare ad un unico progetto. E che la gestione dei migranti come bomba da usare contro l'Europa sia un'arma che gli estremisti jhadisti vogliono usare contro l'Europa e' stato ipotizzato più volte sia dai governi libici, quello di Tobruk e quello di Tripoli, e dai servizi occidentali. Se poi ci siano anche canali per infiltrare terroristi tra i migranti e' qualcosa che va oltre il dubbio. Insomma un combinato disposto che e' devastante e che potrebbe diventarlo ancora di più. L'Europa avrebbe dovuto rispondere ieri non domani, come appare essere abituata a fare.  Lo stesso Renzi parlando a caldo a Bruxelles pur non collegando direttamente immigrazione e terrorismo, ha parlato di una sfida a cui tutta l'Europa deve rispondere insieme, coinvolgendo anche la Nato. Quindi evidentemente qualche collegamento lo suppone. Poi se si pensa che gli obiettivi sono stati i francesi, che hanno bloccato i migranti a Ventimiglia e molti inglesi che stavano tranquillamente facendo il bagno sulle coste tunisine, i dubbi potrebbero aumentare. I terroristi potrebbero anche cercare riscuotere consensi e magari adesioni alla loro lotta, tra le fila dei numerosi profughi che si ammassano sulle frontiere e che difficilmente si saranno dispiaciuti nell'apprendere certe notizie.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi