Parigi frena e FCA ritira la proposta di fusione con Renault

. Economia

Non si farà, almeno per ora, il matrimonio tra Fca e gruppo Renault. Il marchio presieduto da John Elkann ha deciso di ritirare con effetto immediato la proposta di fusione avanzata al gruppo francese dopo che Renault aveva chiesto più tempo sembra per pressioni del governo di Parigi e la tiepida reazione della Nissan che aveva fatto mancare il suo sostegno esplicito. In Borsa su le azioni Fca, giù quelle di Renault, Nissan e Mitsubishi. Renault ha manifestato la sua "delusione" per il ritiro della proposta di  fusione da parte di Fca-Chrysler mentre l'azienda presieduta da John Elkann ha fatto sapere di essere fermamente convinta della bontà della sua proposta che avrebbe portato "consistenti benefici a tutte le parti". Secondo FCA è tuttavia divenuto chiaro che "non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo". Ma la posizione del governo francese - che ha il 15% del pacchetto azionario della Renault - sembra però non essere per una chiusura definitiva: "Le trattative potrebbero riprendere nei prossimi tempi, vedremo, non bisogna chiudere la porta" ha detto il ministro francese dei Conti pubblici, Gérard Darmanin. E il suo collega ministro dell'Economia Bruno Le Maire è andato oltre: "Vogliamo questa fusione ma ci dobbiamo prendere il tempo sufficiente". Il gruppo Renault da parte sua ha fatto sapere di sperare di poter continuare la trattativa che avrebbe portato alla nascita di un gigante dell'auto basato in Europa ed ha ringraziato FCA per i suoi sforzi e Nissan per l'approccio costruttivo. Il gruppo francese ha poi sottolineato come la proposta del gruppo italiano "enfatizzi l'attrattività di Renault e dell'alleanza" con Nissan e Mitsubishi. 


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna