Scontro M5s-Lega sulle trivelle. Pollice verso da Fico e Costa

. Economia

Trivelle sì-trivelle no, si accende un nuovo scontro tra M5s e Lega. Mentre in Senato si è all'impasse per il braccio di ferro sull'emendamento grillino al decreto semplificazioni che vuole lo stop a tutte le nuove trivellazioni e l'aumento dei canoni - emendamento che la Lega vuole modificare - un deciso pollice verso sulle ricerche di idrocarburi in mare è venuto dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa e dal presidente della Camera Roberto Fico. Costa ha annunciato che non firmerà le valutazioni di impatto ambientale sulle trivelle anche costo di essere 'sfiduciato' come ministro. "Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei Carabinieri" ha detto. La risposta leghista gli è arrivata a stretto giro dal sottosegretario all'Economia Massimo Garavaglia:"Il Parlamento è sovrano. Il problema vero è l'aumento sproporzionato dei canoni che può portare all'abbandono delle attività da parte delle aziende con conseguenze occupazionali importanti, oltre a creare una perdita di gettito" ha affermato l'esponente del Carroccio. E quanto alle 'minacce' di Costa ha risposto: "Questo è un punto di vista tecnico, poi la politica è quella che decide". Sulle trivelle è intervenuto su Facebook anche un pezzo da novanta dei Cinquestelle, il presidente della Camera Fico, che ha colto l'occasione per ribadire il suo secco 'no': "Vanno sospese le ricerche di nuovi giacimenti di idrocarburi, a partire dalle trivellazioni in Italia. Dobbiamo investire nelle rinnovabili, nel futuro. Il passato e le tecnologie obsolete, lasciamoceli alle spalle". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna