Carige. Renzi: Salvini e Di Maio dopo gli insulti ci hanno solo copiato, si vergognino

. Economia

"Sono bastati dieci minuti di una riunione notturna del Consiglio dei ministri per smentire cinque anni di insulti e menzogne contro di noi. Matteo Salvini e Luigi Di Maio devono solo vergognarsi". Dopo il decreto 'salvaCarige' - che di fatto copia e incolla gli analoghi interventi dei governi di centrosinistra per le banche venete, Etruria e Mps - Matteo Renzi si toglie una serie di sassolini dalla scarpa e fa capire a tutti che il governo gialloverde è 'nudo'. "In dieci minuti il governo ha salvato una banca, la banca di Genova - afferma Renzi in un video rilanciato su Facebook e Twitter -. Ha fatto bene, perché quando le famiglie e i risparmiatori sono a rischio si interviene salvando gli istituti. Salvini e Di Maio, però, si devono vergognare, non per quello che hanno fatto in dieci minuti ieri sera, ma per quello che hanno detto per anni e anni contro di noi. Si devono vergognare per le offese e gli insulti". L'ex premier dei '1000 giorni' incalza: "Hanno truffato gli italiani raccontando storie non vere su di noi, sulla Tav, sulla Tap, sull'Ilva, sulle trivelle, sulle banche" e allora: "E' proprio vero: puoi ingannare qualcuno per tutta la vita e puoi ingannare tutti per una sola volta. Ma non puoi ingannare tutti per tutta la vita. Con la vicenda delle banche Salvini e Di Maio devono semplicemente scrivere la parola vergogna". Insomma, precisa ancora Renzi in un post: "Il governo populista approva il decreto salvabanche per aiutare correntisti e risparmiatori di Genova, esattamente ciò che era già accaduto a Arezzo, Ferrara, nelle Marche, a Chieti, in Veneto, a Siena. Quando lo facevamo noi eravamo attaccati come amici dei potenti, quando lo fanno loro cercano di far credere che sia solo un aiuto ai risparmiatori. La verità è che ci hanno massacrato con bugie, fake news e insulti. Quante fandonie hanno raccontato agli italiani. Il tempo è galantuomo e fa giustizia di tutte le bugie, anche delle bugie di questi piccoli imbroglioni". Anche Maria Elena Boschi, messa in croce a suo tempo da pentastellati e leghisti sulla vicenda di Etruria, si fa sentire e con molta classe nota: "Il governo del cambiamento ha salvato una banca. Giusto così, per i risparmiatori. Ma se fossero uomini seri Di Maio e Salvini dovrebbero riconoscere che hanno fatto la stessa cosa che abbiamo fatto noi. Non lo faranno. Perché la parola verità non appartiene al loro vocabolario".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi