Conte, i pensionati, l'avaro di Molière e le brioche...

. Economia

I pensionati si sentono il "bancomat" del governo gialloverde, ma il premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa di fine anno difende a spada tratta le misure della manovra e anzi li bolla di tirchieria: "Parliamo di qualche euro al mese, forse non se ne accorgerebbe nemmeno l'Avaro di Molière", afferma caustico il presidente del Consiglio. Immediata la replica via Twitter di Matteo Renzi, senatore del Pd: "La battuta di Conte contro i pensionati ricorda molto le brioche di Maria Antonietta... Tagliano i soldi dei pensionati per finanziare le loro marchette e hanno il coraggio di ironizzare sulle proteste" e poi rivolto al portavoce del premier, Rocco Casalino, aggiunge: "Diciamo la verità, questa non ti è venuta bene". A non starci sono però soprattutto gli anziani duramente colpiti dalla decisione del governo di bloccare l'adeguamento delle pensioni all'inflazione, che in tre anni sottrae 2,5 miliardi dalle tasche dei pensionati. Cgil, Cisl e Uil hanno dato vita a mobilitazioni con presidi davanti alle Prefetture in tutta Italia, per preparare una manifestazione nazionale di protesta all'inizio del prossimo anno, con lo slogan: "Questa volta i pensionati non ci stanno". Le scelte del governo, secondo i sindacati, incidono"molto sulle pensioni medio-basse. Non stiamo parlando delle pensioni d'oro - spiegano -,  ma del lavoro di una vita, di 40 anni di contributi. Una pensione da 1.300 euro netti (intorno ai 2.000 lordi) avrà una decurtazione assai cospicua con la manovra". Conte non ci sta e va giù con l'accetta: "Protestino pure liberamente, ma non mi sembra che abbiamo attentato ai trattamenti pensionistici". Anzi, assicura, "abbiamo operato con molto discernimento una redistribuzione. Siamo intervenuti sulle fasce più alte, con un taglio progressivo e abbiamo introdotto un processo di indicizzazione raffreddato, quasi impercettibile". E poi a illustrare il ragionamento arriva il velenoso riferimento all'Arpagone della nota commedia del drammaturgo francese: "Neppure l'Avaro di Molière - dice aspro Conte - forse si accorgerebbe di qualche euro al mese in meno". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

(foto di Pedro Ribeiro Simões)

 




 

 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi