Draghi cauto sulle mosse del governo giallo-verde, "Per ora solo annunci, aspettiamo i fatti"

. Economia

Preoccupato per la situazione dei conti pubblici italiani? E' cauta la risposta di Mario Draghi che sa di essere già chiamato a dare un giudizio sulle misure economiche annunciate dal governo giallo-verde: "Per ora solo annunci, peraltro cambiati. Aspettiamo di vedere i fatti". Nell'audizione presso la commissione  affari economici e monetari del Parlamento europeo il capo dell'Eurotower non dà l'idea di essere preoccupato per il nostro paese ma non nasconde che, in attesa di fatti, il suo sogno sarebbe che i paesi ad alto debito - proprio come il nostro - riuscissero, nei periodi complessivamente positivi come l'attuale, a ricostituire delle riserve di bilancio per quando ci sarà un rallentamento della crescita. "Come si dice: è quando c’è il sole che bisogna aggiustare il tetto”. Per ora Draghi ha assicurato che la fine prevista degli acquisti di attività nette nel dicembre 2018 (la fase di chiusura del quantitative easing (QE), cioè gli acquisti di titoli di stato per sostenere le economie delì'area euro, "non significa che la politica monetaria della Bce cessi di essere espansiva". Al contrario, "la politica monetaria dovrà continuare ad accompagnare l’espansione economica per qualche tempo". "Ci aspettiamo che i tassi di interesse della Bce restino ai livelli attuali almeno durante l’estate del 2019 e in ogni caso per tutto il tempo necessario a garantire che l’evoluzione dell’inflazione rimanga allineata con le nostre attuali aspettative di un percorso di aggiustamento sostenuto" ha sostenuto. Quanto all'Italia e alle preoccupazione che la fine del QE pesi sull'economia del paese Draghi ha ricordato che la funzione della Bce non è quella di proteggere i bilanci nazionali. "Detto questo - ha aggiunto - siamo fiduciosi che l’economia si stia rafforzando e che la riduzione degli acquisti di titoli sia mitigata da altre misure di politica monetaria cosicché l’espansione monetaria rimarrà ampia". Allora preoccupato o no per le misure economiche del governo Lega-M5s? "Prima di pronunciare un giudizio è necessario attendere. La prova del nove saranno i fatti. Per ora ci sono stati solo annunci, e sono anche cambiati. Prima di parlare dobbiamo aspettare i fatti" ha frenato il banchiere centrale.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna