Per midterm lo 'sconveniente' Trump punta sul boom dell'economia

. Economia

L'appuntamento cruciale per i presidenti Usa delle elezioni di midterm, che si terranno il prossimo 6 novembre, vede Donald Trump - al di là delle polemiche, dei tweet e delle guasconate a 360 gradi - farsi forte su un dato che appare incontrovertibile: l'economia statunitense tira. Boom, ottima salute le definizioni sono molte, sta di fatto che la disoccupazione è ai minimi e la fiducia dei consumatori e delle imprese ai massimi. Nonostante i conflitti commerciali aperti con diversi tra i maggiori partner - dal Canada all'Ue, alla Cina - l'economia americana sta facendo molto meglio di quanto non abbia mai fatto sotto Obama e dotto molti dei più recenti predecessori di Trump. Il pacchetto di riforme fiscali, approvato a dicembre scorso, ha entusiasmato l'America delle imprese e le ulteriori promesse di deregulation e di riaggiustamento del deficit commerciale hanno diffuso ottimismo. Le imprese hanno aumentato utili e investimenti e la spesa dei consumatori è cresciuta del 6% tra maggio 2017 e maggio 2018. JP Morgan prevede un tasso di crescita del 4% per il secondo trimestre di quest'anno. Il presidente tycoon ha sintetizzato il tutto in un recentissimo tweet: "La nostra economia sta MEGLIO di quanto non sia mai stata. Le aziende vanno alla grande e tornano in America. I dati sull'occupazione sono i migliori in 44 anni". In questa situazione i democratici sembrano avere poche speranze di rifarsi, perché di solito è proprio l'economia a condurre i giochi nelle scelte degli elettori Usa. Ma su rose e fiori qualche nuvolone si addensa e, in particolare, il rischio che la scommessa di Trump di puntare sul protezionismo economico possa trasformare le attuali tensioni commerciali in una vera e propria guerra, con conseguenze non facilmente prevedibili. Tra gli economisti molti ricordano come la vagonata di dazi imposta nel 1930 - sotto l presidente imprenditore repubblicano, Herbert Hoover - con lo Smoot-Hawley Tariff Act portò al drammatico epilogo della Grande depressione.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi